Danni alle parti comuni

In generale è sempre necessario prestare attenzione quando si compiono interventi edilizi all’interno delle proprietà esclusive. In particolare nei seguenti casi:

  1. Rimozione pareti divisorie: è necessario evitare il danneggiamento o l’asportazione di pilastri, travi o muri portanti;
  2. Condutture: può capitare di forare tubazioni condominiali dell’acqua, degli scarichi, dell’impianto di riscaldamento;
  3. Cavi elettrici: è indispensabile prestare molta attenzione per scongiurare il pericolo di folgorazione.

Giova ricordare che nel caso in cui vengano danneggiate le parti comuni, il condòmino responsabile è tenuto al ripristino di quanto cagionato oltre all’eventuale risarcimento dei danni che possano aver subito gli altri condòmini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *