La nota sintetica esplicativa

Di norma dovrebbe fornire chiarimenti sull’esposizione dei dati nella situazione di cassa e in quella patrimoniale, oltre che sull’eventuale eccessiva discrepanza tra le spese preventive e quelle consuntive, ma in realtà dovrebbe essere un documento dove indicare le “prospettive” per il successivo anno di esercizio. Idee, progetti, ipotesi di spesa, possibili investimenti, ogni informazione che l’amministratore reputi utile comunicare ai condòmini, sull’approfondimento delle quali si potrà rimandare la discussione alle assemblee successive.

Riteniamo si tratti di un documento meritevole di approfondimenti, soprattutto da parte della Associazioni di categoria, perché può offrire un serio spunto di riflessione per i condòmini, oltre che fornire un valido strumento di giudizio professionale sull’andamento del condominio in generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *