Tabella millesimale di proprietà

La Tabella Generale esprime il valore “oggettivo” di ciascuna proprietà individuale rispetto al valore complessivo del fabbricato, che non tiene conto di eventuali lavori di ristrutturazione, locazioni, o dello stato di conservazione dell’immobile. Si tratta quindi di una valorizzazione immutabile nel tempo, tranne nel caso in cui vengano effettuati degli interventi che diminuiscano o aumentino la superficie di una o più unità abitative e che approfondiremo più avanti.

Normalmente la tabella millesimale di proprietà viene redatta dal costruttore originario, che ne affida la realizzazione ad un tecnico specializzato. Viene allegata al regolamento di condominio e trascritta nei registri della Conservatoria in modo da renderla opponibile a terzi.

E’ realizzata seguendo il criterio chiamato “legale” e che prende in considerazione aspetti oggettivi per la valorizzazione dell’immobile: esposizione, illuminazione, superficie, numero e destinazione dei locali, superfici radianti dei moduli riscaldanti, ecc.

Le altre tabelle, tutte di derivazione da quella generale, vengono realizzate per ripartire le spese derivanti da un uso separato o più intenso delle parti e dei servizi comuni: si pensi a quella dell’ascensore, delle scale, del consumo idrico, del riscaldamento, ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *