Risparmio energetico

La Legge Finanziaria 2017 ha prorogato la detrazione del 65% per tutto il 2017 ai privati, e fino al 31.12.2021 per le parti comuni. Ha confermato inoltre la possibilità per gli incapienti, cioè coloro che non presentano la dichiarazione dei redditi, di cedere la detraibilità direttamente ai fornitori o a privati.

Ha stabilito inoltre, sole per le parti comuni, una detrazione maggiorata:

  • il 70%: per gli interventi che interessino l’involucro esterno dell’edificio e che coinvolgano almeno il 25% della superficie totale di dispersione;
  • il 75%: per gli interventi che migliorino la prestazione energetica dell’edificio, sia estiva che invernale, conseguendo almeno la qualità media della scala energetica A – G, certificata da un tecnico abilitato (APE). In tal caso però è ammessa una detrazione fino ad un massimo di € 40.000 per unità immobiliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *